ANGELA ROSSI

Angela incontra il teatro per puro caso, al secondo anno del corso di laurea in fisica, quando un suo compagno del laboratorio di Fisica II la invita a portare in pubblico una lettura di poesie. E’ un’illuminazione, mai come in quel momento Angela ha sentito di essere nel posto giusto, a fare la cosa giusta. Quella prima lettura si trasforma in uno spettacolo e i suoi protagonisti decidono di fondare un’associazione culturale di teatro e poesia: Gruppo Teatro Gedeone.

A quel primo spettacolo ne seguono altri e il percorso di studi di Angela devia dalla fisica alla recitazione: un triennio di studi presso lo Studio Laboratorio dell’Attore diretto da Raul Manso, improntato al Metodo Stanislavskij e numerosi corsi di perfezionamento con maestri quali: Ambra D'Amico, attrice, cantante e regista, insegnante alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, Elisa Cuppini, danzatrice, coreografa, attrice e regista con Marco Baliani, Caterina Sagna, Abbondanza e Bertoni, Alessio Targioni, allievo di Jacques Lecoq all’Ecole Internationale de Théatre di Parigi, Antonio Fava, maestro di Commedia dell'Arte e direttore della Scuola Internazionale dell'Attore Comico a Reggio Emilia e molti altri ancora.

Grazie ai laboratori teatrali condotti in varie scuole della Lombardia, si appassiona all’insegnamento, tanto da considerare tra i suoi più grandi maestri proprio i bambini con cui ha occasione di lavorare. Perseguendo una sua personale visione dell’insegnamento della recitazione, fonda Spazio Gedeone – L’arte dell’attore, scuola di recitazione che dirige per oltre un ventennio. Durante questo periodo, partendo dagli insegnamenti Stanslavskijani, percorre una strada di contaminazione che la porta ad approfondire il lavoro sul Clown e sulla comicità, constatando sul campo gli effetti benefici e rivoluzionari della risata.

 

La più grande lezione che mi ha insegnato il teatro è che bisogna concedersi l’errore. Gettare il cuore oltre l’ostacolo, osare, con coraggio e senza la paura di sbagliare, perché è nell’imperfezione, nell’imprevisto, nell’errore, che troveremo il seme della creatività.

ANGELA.jpg
Lodo155.jpg