LODOVICO M. TRAVAGLIA

Lodovico si appassiona al teatro all'età di 6 anni grazie ad un laboratorio teatrale proposto a scuola intitolato “Il viaggio del viandante”. Un viaggio che l'ha portato ad appassionarsi a quest'arte e a proseguire i suoi studi  sempre con curiosità.


Si diploma in Scienze Sociali e segue il Corso Teatro presso la fondazione per le arti onlus Teatro Litta, il workshop Stage and Fight di combattimento scenico, condotto da Simone Belli e il Workshop Sul lavoro dell’attore condotto da Sara Fenoglio entrambi presso Centro Teatro Attivo, Milano.

 

La sua voglia di capire e scoprire non si ferma quindi decide di partecipare anche al Workshop di Teatro lettura e parola condotto da Luciano Bertoli presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il Laboratorio su Riccardo III di W. Shakespeare tenuto da Filippo Timi presso Teatro Franco Parenti, il corso Regia tenuto da Paolo Giorgio presso la Scuola dei Teatri Possibili, il Triennio attori presso la scuola Comteatro di Corsico, sotto la direzione di Claudio Orlandini e del corpo insegnante Comteatro e Grock.

 

Si laurea poi in Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo con 110 e lode con una tesi dal titolo Il gabbiano di Cechov.

 

Studio di una messa in scena presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia diventando così a tutti gli effetti regista cinematografico, educatore e docente teatrale, critico cinematografico e teatrale, storico del teatro, organizzatore di spettacoli.

 

Decide di completare la sua formazione frequentando il corso per ottenere il Diploma di Pedagogia teatrale ed educazione alla teatralità presso Centro Teatro Attivo di Milano e Scuola Arti e Mestieri di Melegnano.

 

Partecipa e conclude tutto il percorso proposto da Carlos Maria Alsina sul Metodo delle azioni fisiche al quale si appassiona particolarmente.


Affronta, ricco di competenze, la laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

 

Lavora principalmente come attore e regista ma si occupa anche dell’organizzazione di eventi per associazione culturali sul territorio dell’hinterland milanesi e insegna teatro nelle scuole, oltre a tenere conferenze di carattere storico e divulgativo sull’arte teatrale.


È co-autore e aiuto regia de La collina degli sconosciuti, regia Alberto Zaniboni e partecipa come attore a Cena con delitto: omicidio a Hollywood presso ristorante Sporting Club Malaspina a Peschiera Borromeo.
È assistente alla regia nello spettacolo Stella per metà, regia e drammaturgia di Franco Pozzi. Collabora con il Liceo Statale Erasmo da Rotterdam con numerose produzioni e laboratori collaborando con “Gli Alchimisti” tra cui Percorso dell’attore nella storia: dall’antichità al ‘900 , Savannah, Gli Alchimisti in concerto, Olympus, lo scrittore di Lapidi. È assistente alla regia e attore (nel ruolo di Corniola) di Molto rumore per
nulla, regia Jenny De Cesarei. Viene scritturato come attore nello spettacolo Innamorati della bellezza realizzato presso Università del Sacro Cuore di Brescia nella rassegna Corpus Hominis, regia Luciano Bertoli.
È assistente alla regia dello spettacolo Il piccolo principe, regia di Mirko Lanfredini; produzione Teatro della Verità e Scuola di Danza “Cigno”. Fonda la sua compagnia Chajka Studio con cui porta in scena Risveglio di Primavera, di F. Wedekind in collaborazione con il Teatro della Verità. Prodotti da Chajka Studio sono anche La locandiera, La trilogia della villeggiatura; Molto rumore per nulla; Romeo e Giulietta secondo Brignano e Ris(s)a d’amore, Il gabbiaNO. È attore e autore di La rivelazione mesmerica eGermani ‘930 – Me and the devil, regia Enrico J. Testori, presso Spazio Albatros. Collabora anche con l'associazione Teatrando.


Dirige numerosi laboratori sul territorio e sviluppa una poetica personale basata sulla ricerca e la sperimentazione mettendo in gioco tutte le competenze acquisite durante il suo percorso di studi.

Lodo155.jpg