Cerca
  • Asimmetria asd culturale

Lezioni di danza online: la piccola Emma ci racconta la sua esperienza

Aggiornamento: 29 dic 2020

Oggi la piccola Emma ci racconta il suo punto di vista sulle lezioni di danza online!


COMINCIAMO!


Presentati!

Ciao Sono Emma, ho sette anni, vado a scuola e faccio la seconda elementare. Faccio danza da un po' di tempo, ho cominciato a 4 anni. Io sono allegra e mi piace tanto ballare. Anche leggere (però a periodi) e andare a scuola perchè imparo cose nuove come scrivere in corsivo! Da grande vorrei fare la dottoressa.



Perchè hai deciso di fare danza?

Ho cominciato a ballare perchè una mia compagna di classe andava a danza e ho visto che faceva un sacco di cose belle!


Perchè hai scelto danza classica?

Perchè potrò andare nei teatri, avrò davanti un pubblico e potrò alzare la gamba fino alla testa!

Poi anche perchè quando guardo i film sulla danza o i video mi emoziono! Anche la mamma si emoziona a dire la verità!


Cosa cambia secondo te "fare lezione online" rispetto a "fare lezione in sala danza"?

Non sto con i miei amici e non sono felice davanti al computer, perchè se siamo in sala danza si può stare insieme e ci si può aiutare.


Ti piace lavorare con la fantasia?

Sì, tanto!


Quale laboratorio ti è piaciuto di più tra quelli che abbiamo fatto insieme durante il periodo di "lezioni online"?

Quello in cui aprivamo le porte e trovavamo il pavimento di colla, di ghiaccio, la sabbia ecc. Dovevamo saltare tantissimo, era divertente!


Cosa ti piace delle lezioni online?

Mmm...non lo so!


Cosa non ti piace delle lezioni online?

Che a casa ci sono molte più cose rispetto alla sala danza e c'è meno spazio.


Ti capita di ballare al di fuori della lezione di danza?

Sì, ballo anche se non ho lezione. Spesso con la mia amica in cortile, porto giù la cassa per la musica e balliamo.


Ti piace indossare la divisa?

Sì e poi vorrei poter ballare "Il lago dei cigni" come alla Scala!


Saluta tutti!

Ciao a tutti!!!!!!


I bambini accolgono le novità con meno resistenza rispetto a noi adulti; la loro trasformazione è rapida, viva e veloce, pertanto riescono ad adattarsi più facilmente. E' compito degli adulti accompagnarli in questo ma spesso sono loro ad indicarci la strada! E' uno scambio molto bello!

Emma non ha perso l'entusiasmo per la danza ma indubbiamente la nuova modalità "manca" di qualcosa di fondamentale: la condivisione.

Lo schermo è asettico e la fantasia l'unico mezzo per avvicinare tutti i quadratini del pc fino a farli fondere.

Le nostre lezioni online hanno cambiato forma (sappiamo bene quanto sia difficile correggere delle piccole ballerine/i in formazione senza la possibilità di osservarli da vicino).

I laboratori proposti mirano a far acquisire alle piccole allieve/i gli elementi fondamentali della danza (ritmo, utilizzo dello spazio, nomi dei passi, differenze di qualità di movimento ecc) con il supporto dell'immaginazione e della fantasia. (Per approfondire questo argomento leggi l'articolo "L'immaginazione come supporto alla danza").

In un certo senso sono loro a guidare la lezione: le immagini che propongono diventano il filo conduttore. Come insegnante conosco il punto di partenza della lezione ma è sempre una sorpresa capire il punto di arrivo!

Sono contenta di aver visto Emma sorridere durante l'intervista e di vederle brillare gli occhi parlando di danza.


Oggi in lei la danza è un piccolo seme che, se continuerà ad essere accolto e coltivato con cura, potrà diventare una bellissima e rigogliosa pianta!



Grazie Emma e grazie a mamma Roberta per aver accolto questo piccolo progetto con disponibilità ed entusiasmo!



Per conoscere i corsi per i bambini consulta il planning delle lezioni online di Asimmetria!

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti